14 -December -2018 - 02:54

Cerca


Inserisci la tua mail:

Delivered by FeedBurner

Il questionario di Holden: Alessandra Casati

Nome e cognome: Alessandra Casati
Città: Monza
Autrice di: Amor, ch'a nullo amato amar perdona

100 battute per dire lei chi è.
Vivo a Monza e studio Lettere a Milano. Nutro amore in egual misura per la letteratura e la musica. 

Scrittore per passione, professione nella vita?
Sono studentessa, ma non escludo che la scrittura possa diventare per me una professione.

Quali sono le passioni della sua vita oltre alla scrittura?
Suono il pianoforte (preferisco la musica classica) e pratico il karate. 

Quali tematiche affronta con la sua scrittura?
Cerco di dare voce a personaggi il cui punto di vista non è affrontato; anche nei miei lavori non di genere storico, mi impegno a trasmettere il messaggio che nessuno è interamente buono o cattivo, ma ognuno ha le sue ragioni per agire nel modo in cui agisce. Tendo a dedicare largo spazio all’analisi delle relazioni interpersonali. Voglio dare una mia visione dell’esistenza, non troppo ottimistica per la verità, ma che spero spinga alla riflessione. 

Leggi tutto: Il questionario di Holden: Alessandra Casati

Il questionario di Holden: Jonathan Lazzini

Nome e cognome: Jonathan Lazzini
Città: La Spezia
Autrice di: Rutti a pancia vuota

100 battute per dire lei chi è.
Un ragazzo qualunque. Un drogato di storie che finiscono male o in modo strano. Un comunista perditempo, un rivoluzionario a tempo perso. Che poi diciamocelo, sono uno troppo pigro per la rivoluzione. Sono un ubriacone vecchio stampo, che ti riempie la testa con mille discorsi del cavolo quando si sbronza. Amo il vino, la birra e la caciara molesta fino a notte fonda. Sono un pazzo. Un romantico. Un illuso. Un sognatore col culo per terra.
Sono un contadino. Un contadino attratto dalla città, dal suo smog, dalla sua confusione, dai suoi segreti e dalla sua straordinaria malinconia.

Scrittore per passione, professione nella vita?
Studente. E quest’anno è l’ottavo anno di superiori. Ne ho persi tre nei modi più stupidi possibili, ma non rimpiango il passato. In questi anni mi sono divertito un mondo a bighellonare qua e là.
Quest’anno però ho deciso di darci una botta. Finisco e me ne vado da qualche parte. Bologna per esempio. Bologna mi attrae.

Leggi tutto: Il questionario di Holden: Jonathan Lazzini

Il questionario di Holden: Susanna Agostinelli

Nome e cognome: Susanna Agostinelli
Città: Livorno
Autrice di: 1018. Sonata per noi due soli

100 battute per dire lei chi è.
Forse come Cyrano de Bergerac: “Che in vita sua fu tutto e non fu niente”.

Scrittrice per passione, professione nella vita?
Al momento per passione, poi in futuro chissà… devo ammettere che le opportunità e le strade che mi si sono aperte davanti dopo la laurea (in chimica e tecnologie farmaceutiche) non hanno acceso in me quella scintilla che porta a una vera e propria passione per il proprio lavoro. Al contrario scrivere per me è ogni volta un’esperienza unica, quasi onirica, che mi porta a vivere quotidianamente a contatto con i miei personaggi, a conoscerli e scoprirli un poco alla volta, giorno per giorno - come del resto accade nella vita reale - e a tuffarmi un po’ nel loro mondo, nei loro scenari di vita, a gioire e disperarmi con loro, talvolta ad amarli oppure giudicarli con durezza.

Leggi tutto: Il questionario di Holden: Susanna Agostinelli

Il questionario di Holden: Antonio De Palma

Nome e cognome: Antonio De Palma
Città: Napoli
Autrice di: Il primo passo

100 battute per dire lei chi è.
Purtroppo definire se stessi è sempre molto difficile: mi piace l’espressione “appassionato della vita”.

Scrittore per passione, professione nella vita?
Insegno la lingua italiana negli Stati Uniti. Ho collaborato con la Kent State University e attualmente dirigo un corso presso il Cuyahoga Community College, promuovendo lo studio dell’italiano con tutta la passione che ho in corpo. Qui negli States il metodo di studio è completamente diverso, ma una volta capito il meccanismo, le soddisfazioni possono essere tante, e le esperienze davvero interessanti.
Collaboro inoltre ad alcuni progetti legati alla creazione e allo sviluppo di campagne pubblicitarie, prevalentemente sul web, per clienti di levatura nazionale e internazionale. Si tratta di un impiego divertente perché lascia spazio a un tipo di creatività educata a rispettare i margini del foglio, le regole della realtà.

Leggi tutto: Il questionario di Holden: Antonio De Palma

Il questionario di Holden: Pasquale Mincione

Nome e cognome: Pasquale Mincione
Città: Caserta
Autrice di: Caro Buk...

100 battute per dire lei chi è.
Sono 2 cucchiai di malizia, 3 di discontinuità… e un po’ troppo umorismo; ma in fondo in fondo sono una persona seria: 60% lupo (sensibile ed empatico) e 40% lumaca (ho smesso di avere fretta dal 1987). Sono un po’ pazzo e un tipo comodo ambizioso. Mi innamoro facilmente e perdo la testa. La mia anima è piena di euforia, godo le piccole cose della vita con il sorriso. Ho un brusio continuo di nuove idee dentro la testa. Ho fatto molte esperienze sia negative che positive. Quando ascolto la musica mi lascio fortemente guidare dalle emozioni. Sono allegro e malinconico… ma non credo di essere depresso! Sono ottimista, anche se non lo dico mai per cautela. Vedo ciò che succede.

Scrittore per passione, professione nella vita?
Impiegato frustrato. Forse devo ringraziare la frustrazione per essere stata la molla che mi ha fatto scoprire la passione per la scrittura? In passato, forse per noia e/o nausea, sono stato un compulsivo redattore della mia vita, con accurati diari della mia vita: l’estrema sincerità con cui descrivo le mie pulsioni erotiche e sessuali, i rapporti con varie donne. Tutto è stato un contraltare ai miei falliti tentativi di ascesa sociale e di effimera affermazione professionale.
Ora i ricordi mi arrivano da soli, uno alla volta, nell’ordine che hanno scelto. Basta attendere. Non ho altro da fare.

Leggi tutto: Il questionario di Holden: Pasquale Mincione