24 -February -2020 - 08:57

Cerca


Inserisci la tua mail:

Delivered by FeedBurner

Il questionario di Holden: Matteo Poletti

Nome e cognome: Matteo Poletti
Città: Condove (To)
Autrice di: Jam session

100 battute per dire lei chi è.
Una persona curiosa. Curioso di storie, da sentire e da poter raccontare. Storie di chi è alla ricerca, in evoluzione. Di chi viaggia controcorrente.

Scrittore per passione, professione nella vita?
Ho fatto il cameriere, il barista, il cuoco. Pure il proiezionista al cinema. Ho lavorato e lavoro tutt’ora in un bar. Oggi cerco di lavorare il meno possibile (lo so, sembra un paradosso), in modo da usare la maggior parte del mio tempo libero per scrivere, che è ciò che mi rende felice.

Quali sono le passioni della sua vita oltre alla scrittura?
Sicuramente il cinema. Ma anche la musica, l’arte, la pittura soprattutto. Pratico lo yoga da alcuni anni e lo faccio con grande passione. Mi da un senso di pace e di forza.

 Quali tematiche affronta con la sua scrittura?
La scrittura mi serve per esorcizzare i miei blocchi, le mie paure. Per mettere sulla carta sentimenti che altrimenti non saprei descrivere. Ogni volta che c’è un ostacolo, ogni volta che qualcosa mi scuote, ecco che trovo una storia da raccontare. Una storia che può parlare di qualsiasi personaggio ma che ovviamente finisce con il parlare di me.

Un buon motivo per leggere il libro?
Se pensi di scappare, andartene, semplicemente cambiare vita e non lo fai per paura, qualsiasi paura sia, questo libro offre degli spunti. Offre un ventaglio di possibili vie di fuga. Siamo abituati a pensare “vorrei fare questo ma non devo, non posso, non me lo merito”. Invece basta fare il primo passo e aprire la mente a nuove possibilità.

Se potesse fuggire su un’isola deserta…
Qualsiasi isola, qualsiasi spiaggia deserta va bene. Adoro il mare e adoro la solitudine. Il problema è il ritorno. Quando metti un po’ di distanza tra te e il mondo, quando sperimenti cos’è la libertà, poi tornare alla civiltà è difficile. E tante cose non le accetti più.

Il suo modello d’ispirazione…
Troppo difficile questa domanda. Creativamente, tanti autori, registi, musicisti. Umanamente, tutti quelli che cercano di cambiare davvero le cose, mettendoci la faccia, senza paura.

Consigli di lettura…
Fruttero & Lucentini. Fred Vargas. Raymond Carver. Colson Whitehead. Pier Vittorio Tondelli. John Irving. Christopher Isherwood. Giusto per fare un piccolo elenco molto variegato…

Si faccia una domanda che vorrebbe le fosse stata posta e si dia una risposta.
Una domanda che nessuno osa mai fare e che dovrebbe essere la più importante. Sei felice? Al momento, abbastanza…