24 -February -2020 - 23:59

Cerca


Inserisci la tua mail:

Delivered by FeedBurner

Il questionario di Holden: Nicoletta Parigini

Nome e cognome: Nicoletta Parigini
Autrice di: Nina Tempesta e il signor Schmitt

100 battute per dire lei chi è.
Mi chiamo Nicoletta Parigini. Sono mamma, creativa, artista (un po'), scrittrice (chissà). Tenace, puntigliosa, esteta, bastiancontrario. Ops! Finito lo spazio.  

Scrittrice per passione, professione nella vita?
Dopo la Facoltà di Lettere e parecchi corsi pre e post laurea, ho lavorato per qualche tempo come restauratrice di opere d'arte, scalando ponteggi tra secchi di malta e cazzuole. Per il momento ho messo da parte il mestiere per dedicarmi alla famiglia ma non è ancora detta l'ultima parola.

Quali sono le passioni della sua vita oltre alla scrittura?
Prima di tutto la lettura: ho cominciato a leggere romanzi quando ho imparato l'alfabeto e continuo a farlo da allora. A seguire, tutto ciò che sporca le mani e mette la casa in disordine: pasticceria, giardinaggio, cucito creativo, piccolo fai da te... 

Quali tematiche affronta con la sua scrittura?
Gli affetti, la sfera personale e emozionale dei personaggi. La necessità, a volte, di dover accettare il proprio destino, le piccole sconfitte quotidiane, i propri difetti e quelli altrui. La speranza e l'attesa di quello che sarà. 

Un buon motivo per leggere il libro?
Nina Tempesta e il signor Schmitt è un libro fantasy per Young Adult... ma non allarmatevi! È divertente, rilassante, avvincente. E sono sicura che, preoccupati dalla crisi economica mondiale che colpisce i Sei Regni, della magia e delle razze non umane non vi accorgerete nemmeno. 

Se potesse fuggire su un’isola deserta…
Porterei con me il biglietto per il ritorno.

Il suo modello d’ispirazione…
Per la vita: tutti coloro che danno esempio di onestà e senso di responsabilità nei confronti del prossimo. E chi non ha paura di mostrarsi più santo che furbo.
Per la scrittura: come per la vita, chi scrive senza artifici e autocompiacimento.

Consigli di lettura…
Gli ultimi due romanzi che mi sono piaciuti tra quelli che ho letto: Il seggio vacante di J.K.Rowling e La ruga del cretino di A. Vitali. Due tra quelli che rileggo spesso: Lo Hobbit di J.R.R. Tolkien e Orgoglio e Pregiudizio di J. Austen. Infine un manuale: On Writing di Stephen King.

Si faccia una domanda che vorrebbe le fosse stata posta e si dia una risposta.
Guarda la tv?
Sì! Ma solo i canali che danno cartoni animati: alcune serie animate mi fanno venire voglia di scrivere.