14 -December -2018 - 01:26

Cerca


Inserisci la tua mail:

Delivered by FeedBurner

"Lungo il sentiero della nostalgia" di Mario Stefani

Mario e Berenice si conoscono negli anni Sessanta, giovanissimi, subito si sentono attratti l'uno verso l'altro ma la vita, come spesso accade, li conduce su strade parallele: il primo studia legge e diventerà insegnante in un Istituto Tecnico Commerciale lucchese; la seconda si sposa ed emigra in Argentina. Destini diversissimi. Mentre Mario può affiancare allo studio prima e al lavoro poi le partite di pesca sul fiume, le gite in montagna con gli amici e le cene del sabato sera nella cantina di Pietrino, Berenice fa i conti con un Paese straziato dalla povertà e dalla dittatura militare. Molti anni dopo, la donna rientra a Lucca e suona alla porta di Mario. Entrambi hanno alle spalle un'esistenza di cui l'altro ha voglia di sapere, per ricostruire quel legame abortito troppo presto, troppo in fretta. E così, in una convivenza all'inizio un po' impacciata poi via via più naturale si raccontano le esperienze vissute e approcciano il quotidiano fatto di bellissimi e semplici eventi - apparecchiare la tavola, preparare la cena, curare i fiori - per imparare a conoscersi di nuovo.

"Lungo il sentiero della nostalgia" di Mario Stefani, Giovane Holden Edizioni, 168 pagine

"Bancha" di Micaela Giambanco

Fine anni Novanta. Roma. Una giovane donna decisa e indipendente vive in una splendida proprietà di trenta ettari, ha davanti a sé la prospettiva di un futuro da dirigente in una delle più famose e importanti aziende import-export italiane ed è sentimentalmente legata a un ragazzo di buona famiglia. Cresciuta con il nonno paterno, manager d'assalto e poco incline alle effusioni, non ha comunque particolare curiosità di conoscere la storia dei suoi genitori: sa solo che il padre è deceduto in Giappone quando lei era molto piccola. A destabilizzare lo status quo è l'arrivo di una lettera inviatale dal nonno materno: una sola grande bugia e tutto il suo passato e il suo futuro sono compromessi. Decisa a conoscerlo, intraprende un viaggio in Giappone. Avrà modo di conoscersi come una donna diversa e, come nel kintsugi della tradizione giapponese, dove la ceramica in frantumi viene ricomposta e impreziosita con l'oro, sarà lei a dover rimettere insieme i frammenti della sua vita rendendola più ricca di quella finora vissuta.

"Bancha" di Micaela Giambanco, Giovane Holden Edizioni, 224 pagine

"Il mondo sommerso" di Michele Visconti

Il 10 maggio 1987 il Napoli vince il suo primo scudetto e in città esplode una gioia incontenibile di cui è emblema lo striscione apposto a un cimitero Non sapete cosa vi siete persi! Diego Armando Maradona, il più grande calciatore al mondo, ha guidato la squadra a un risultato storico. Nel mondo sommerso della piccola criminalità, un altro Maradona, nello stesso giorno condanna a morte un giovane reo di avergli disubbidito. A eseguire la condanna è Gennaro, suo amico. Ma questo non conta nel mondo in cui entrambi sono stati fagocitati da ragazzini. Un errore e il corpo bruciato del giovane viene identificato grazie a un orologio: Maradona, il boss non il calciatore campione d'Italia, ordina a Gennaro di lasciare Napoli e di tacere su quanto accaduto pena la morte. Gennaro si reca allora a Frascati ed entra al servizio di un altro potente boss locale: che altro può fare? Ma una sera, passeggiando per il parco accorre in aiuto di due ragazzini, Cesare e Chiara, vittime di una banda di balordi che vuole rapinarli e violentare Chiara. Da quel momento la sua vita si intreccia inconsapevolmente alla loro.

"Il mondo sommerso" di Michele Visconti, Giovane Holden Edizioni, 88 pagine

"L'abbraccio dell'arcobaleno" di Amalia Barbara Di Bartolo

Il destino di Chantal inizia ancora prima che lei nasca. Nel 1944 sua nonna è costretta a lasciare la Spagna rea di avere dato alla luce il figlio della colpa. Il trasferimento a Bologna non è scevro di preoccupazioni. Nella bella città universitaria degli anni Sessanta cresce Blanca, sua madre, bella e intelligente ma poco fortunata nelle sue scelte. Chantal, solare e piena di vita, cresce invece a Roma ma fin da piccola, insieme ai genitori, viaggia molto. Tre generazioni di donne a confronto che sembrano accomunate da un unico destino e dalla paura di essere abbandonate. Ma chi non ha mai sbagliato? E soprattutto chi non vorrebbe riscrivere la propria storia? La chiave di volta è nella fede perché la vita può svoltare da un momento all'altro, basta credere che sia possibile.

"L'abbraccio dell'arcobaleno" di Amalia Barbara Di Bartolo, Giovane Holden Edizioni, 144 pagine

"Rated R - Il Palazzo dell'Amore" di Nick Ragazzoni

In un palazzo insospettabile, giovani donne esercitano l'antica arte del meretricio in una sorta di casa chiusa. Tra gli assidui frequentatori ci sono quattro amici: Rocket che ha da poco chiuso e in malo modo una storia importante, Dr. Feelgood sessuomane e ricco erotomane, Gun il più abitudinario del gruppo e Slime spirito libero avventuroso e inquieto. Perché quattro ragazzi normali senza grossi problemi, con un buon lavoro o ricchi di famiglia, simpatici e intelligenti preferiscono le escort? Per ognuno di loro il motivo è diverso, anche se fanno sempre capolino la solitudine e il timore di doversi misurare con una realtà che avvertono estranea. Non li preoccupa dover pagare per avere compagnia perché in fondo si paga per ogni cosa. E allora via libera a night club, sballo chimico, alcool a volontà e sesso confuso per alcuni di loro a rapporti interpersonali sia pure di anomala natura. Eppure sarà proprio al Palazzo dell'Amore che ognuno di loro troverà la forza e la volontà per riequilibrare la propria vita.

"Rated R - Il Palazzo dell'Amore" di Nick Ragazzoni, Giovane Holden Edizioni, 96 pagine

"La signora dei leoni" di Maria Teresa Landi e Luciana Tola

Donna coraggiosa e determinata, Toni, la protagonista del romanzo, è costretta dalle circostanze ad abbandonare la comoda esistenza nella Viareggio spensierata degli anni Trenta per seguire il marito in Africa. Lì, prima in Etiopia e poi in Uganda, dove lui dirige una miniera, abbandona l'abito della borghese benestante per costruire un'immagine di sé affatto diversa: esperta di caccia grossa, direttrice di piantagioni, per approdare finalmente nella sua isoletta fluviale tra le acque turbinose del fiume Kagera, che trasformerà in un piccolo paradiso naturale ricercato da cineasti e turisti. Tra realtà e fantasia, il romanzo ricalca le orme della vera Toni sulla scorta di lettere, fotografie, testimonianze orali. Ne risulta uno spaccato illuminante sull'avventura coloniale italiana negli anni del regime e sulle sorti di una donna grintosa e amante della vita, che ha fatto dell'Africa la terra dell'anima e non ha permesso a niente e nessuno, nemmeno all'amore, di rubarle la sua libertà. In questo senso, la signora dei leoni si inserisce a pieno titolo nel novero di quelle giovani donne che negli anni della belle époque hanno fatto parlare di sé per imprese straordinarie.

"La signora dei leoni" di Maria Teresa Landi e Luciana Tola, Giovane Holden Edizioni, 408 pagine