22 -July -2019 - 04:12

Cerca


Inserisci la tua mail:

Delivered by FeedBurner

"Corpo grottesco" di Edoardo Balacchi

Non c'è niente di normale. Soprattutto quando l'apparenza deforma la quotidianità. La silloge di racconti Corpo grottesco, opera prima del giovane scrittore Edoardo Balacchi, è una celebrazione dell'assurdo, un'esaltazione della vita in ogni suo aspetto, anche grazie alla morte, una presa di coscienza ironica dell'irrazionalità del reale. Tra metamorfosi canine, amori adolescenziali proibiti dalla società benpensante, assassini senza scrupoli e fuori di testa, droghe allucinogene, cannibali da salotto televisivo, amanti di plastica, le vicende di tutti i giorni si spalancano su uno spettacolo delirante e contraddittorio, in cui anche i dettagli più inspiegabili sembrano intersecarsi perfettamente con ciò che viene abitualmente etichettato come normale. Cadono le barriere, il grottesco si mischia all'ordinario, i personaggi si muovono in un territorio che tende a esaltare le loro debolezze.

"Corpo grottesco" di Edoardo Balacchi, Giovane Holden Edizioni, 192 pagine