22 -July -2019 - 03:18

Cerca


Inserisci la tua mail:

Delivered by FeedBurner

"La divisione dei ruoli" di Massimo Villivà

Nove racconti. Nove viaggi nell'inquietante mistero della vita.

Nove esperimenti di viaggio, diversi tra loro ma con una matrice in comune: quella crepa invisibile nel tessuto del mondo dalla quale sorge il mistero, l'incontro con il destino, il cambiamento, dove il tutto si delinea nella sua caleidoscopica realtà. Occorre solo lasciarsi andare al flusso delle cose, vedere dove ci portano queste correnti. Si passa dall'esplorazione di una crisi coniugale a un'immersione nella notte ctonia in cui la Grande Madre dominava il mondo, approdando a situazioni in cui tempo spazio e luoghi sembrano aver perso qualunque importanza. Si va dalla dolorosa iniziazione di un'adolescenza "normale", alla solitudine profonda di una giovane attrice porno. Si parte dall'ascesi spirituale di un'addetta alle pulizie di un bagno pubblico, passando alle memorie di un anonimo traghettatore di morti. Ci si tuffa nella mente di uno strano assassino in odore di santità, arrivando a toccare la crudele mancanza di amore che si cela dietro ogni mania di grandezza. Alla conclusione di questi strani viaggi, in cui reale e fantastico si mescolano senza più distinzioni, si arriva a una sola certezza: finché ci saranno storie da raccontare, tra uomo e mondo non sarà mai finita.

"La divisione dei ruoli" di Massimo Villivà, Giovane Holden Edizioni, 120 pagine