26 -May -2019 - 23:03

Cerca


Inserisci la tua mail:

Delivered by FeedBurner

"Katábasis. La rinascita" di Fabrizio Malagoli

Katábasis. La rinascita, il primo episodio della saga del giovane scrittore Fabrizio Malagoli, è un epic fantasy dalle tinte gotiche. Sulle ceneri di una civiltà post-apocalittica, nell'oscurità di un'antica foresta, da un antico altare, è rinato un potente dio: una nuova calamità minaccia il futuro del mondo e delle terre cristiane. Lucifero, nelle profondità della terra, brama grazie alla creazione di una nuova e terribile arma di poter ribaltare le sorti, peraltro ancora incerte, di una guerra secolare: quella tra il Bene e il Male. Quattro guerrieri cristiani rappresentano l'unica possibilità per ribaltare le sorti di un conflitto destinato a sconvolgere il mondo. Essi hanno il compito di raggiungere la città di Summa Acolythiis, capitale del regno degli Accoliti, per rinsaldare fragili alleanze, cercarne di nuove sì da opporsi al dio prima che oscuri presagi stendano un nero manto sulla Cristianità intera. Malagoli sfrutta la sua passione per il genere fantasy e firma un romanzo dai forti connotati simbolici, in cui il conflitto tra figure mitologiche diviene pretesto per affrontare temi di forte attualità. Non ci sono pause in questa storia: l'azione scandisce il corso degli eventi, nella frenetica rincorsa per salvare il mondo e offrire una nuova possibilità di redenzione. All'umanità rimane ancora una speranza frutto del disperato tentativo di ripartire dagli antichi valori.

"Katábasis. La rinascita" di Fabrizio Malagoli, Giovane Holden Edizioni, 240 pagine

"Il mondo di Alice" di Ilaria Fusignani

Che cos'è la libertà?

Alice è una sognatrice, quel genere di donna che si incontra una volta sola: dagli occhi grandi e dalla mente che viaggia in paesi lontani. Alice è la nota in levare di una melodia, un turbinio di emozioni, un animo in perenne conflitto. Una fredda notte d'inverno, spinta dalla propria curiosità, Alice si avventura in un circo abbandonato e viene rapita da una forza misteriosa. Si ritrova imprigionata in un paradiso artificiale ovvero una bellissima reggia, ricca di agi e opere d'arte, ma posta centinaia di metri sottoterra. Il rapitore, il misterioso signor S., è un musicista, un pittore, un critico d'arte, un sognatore. È, allo stesso tempo, tanti uomini e nessuno. Alice in questo paradiso artificiale avrà tutto ciò che si può desiderare tranne la libertà. Ma, che cos'è la libertà? Si può davvero vivere senza di essa? E ancora, siamo sicuri di ciò che stiamo vivendo? Un romanzo che interroga il nostro più genuino senso dell'esistenza e sconvolge le più basilari certezze.

"Il mondo di Alice" di Ilaria Fusignani, Giovane Holden Edizioni, 56 pagine

"Le morti di Colette" di Melanie Tedeschi

Avventura e romanticismo si fondono in una storia agrodolce.

Umani e vampiri ormai convivono da anni, anche se con reciproca diffidenza e, almeno da parte degli umani, scarsa propensione a vantare la conoscenza gli uni degli altri. Fa eccezione la giovanissima Colette, rimasta orfana da bambina e da sempre attratta dal mondo vampiresco. Trasformata lei stessa in vampiro in una notte fredda e piovosa, dimentica del suo passato, si affida al tenebroso Derek e al suo gruppo di accoliti per imparare a sopravvivere al suo nuovo status. Egli le insegna a cacciare in dispregio della vita umana, la imprigiona in una ragnatela di passione e possesso. L'incontro con Nathan, vampiro di un clan rivale, però, riporta alla superficie frammenti di ricordi perduti e ben presto Colette si troverà al centro di una lotta per il potere, costretta a fare appello a tutte le sue risorse. Aiutata da un giovane stregone, combatterà una battaglia disperata nel tentativo di annullare un'antica maledizione.

"Le morti di Colette" di Melanie Tedeschi, Giovane Holden Edizioni, 168 pagine

"Dark Decameron" di Lisa Del Gobbo

Dieci sopravvissuti, un Disastro universale, venti racconti per scacciare la disperazione.

Un musicista metal dal volto dipinto, una prostituta non più giovane, un bambino muto che suona il djembe, una sposina, un galeotto, un professore-inventore, una giovane suora mancata, un nerd, un nonno e il narratore, una sorta di protagonista/spettatore, il quale osserva e vive la situazione con un misto di ironia, disperazione e rassegnazione. Dieci persone che non si conoscono, dieci sopravvissuti a quello che essi chiamano Disastro rifugiandosi in una sala prove. Non è chiaro cosa ci sia fuori dal rifugio, però tutti concordano sul fatto che uscire sia pericoloso. Fortunatamente il gruppo si è ritrovato in un edificio con acqua corrente, cibo, bibite, sigarette ed energia elettrica; ma piano piano tutto ciò inizia a esaurirsi, insieme alla speranza, alla tolleranza, al rispetto. Così, per alimentare un po' la voglia di vivere, viene ideato un passatempo che consiste nell'inventare e raccontare storie. La storia principale, quindi, come nel Decamerone di Boccaccio diventa cornice di una serie di racconti, che si rivelano sempre più cupi, specchi della degenerazione implacabile, fino a un imprevedibile finale.

"Dark Decameron" di Lisa Del Gobbo, Giovane Holden Edizioni, 376 pagine

"La settima porta e i guerrieri delle razze" di Gerardina Sicignano

Un fantasy moderno intriso di romanticismo.

Nelle terre di Kayrghan sorgono sei regni diversi abitati da altrettante razze; ogni popolo vive isolato dagli altri: così fu disposto al termine di un lungo e sanguinoso conflitto; solo una serie di portali garantiva un accesso, sia pure controllato, tra i vari regni. Dopo alcuni secoli di pace, però, Rayghon, principe dei drerghon, deciso a sottomettere tutte le terre di Kayrghan, rapisce Serehya, principessa ed erede al trono dei faytem. Il suo piano è quello di servirsi di lei per rompere i sigilli apposti alla settima porta e liberare i daynnan, mezzi demoni e spietati guerrieri, sì da servirsene nella sua lotta contro le altre razze. Sarà il giovane Greygor, figlio del capo delle guardie, e la principessa Naim a tentare di fermare Rayghon. La loro missione è avvertire gli altri regni del pericolo e risvegliare i draghi, unica forza in grado di combattere il potere dei daynnan. Sarà una lotta contro il tempo e contro i pregiudizi che ogni razza nutre nei confronti dell'altra.

"La settima porta e i guerrieri delle razze" di Gerardina Sicignano, Giovane Holden Edizioni, 472 pagine

"Il viaggio di Laurent" di Rita Redaelli

Una nuova avventura per la strega Ursula e il giovane Laurent. Questi si mette in viaggio per ritornare dal saggio della montagna che gli ha insegnato la magia dell'acqua grazie alla quale ha potuto sconfiggere la malvagia Artemisia, con l'intento di chiedergli alcuni consigli. L'incontro, però, è molto diverso da come il giovane se lo aspettava: rimasto senza risposte e con la sensazione di essere stato beffato, Laurent si smarrisce sulle montagne e cade rovinosamente. A salvarlo da una morte certa è il pastore Nestor, che lo raccoglie e lo conduce a Château Malchance, una villa abbandonata dove si nascondono due ragazzi in fuga, Julien Thibaux e sua sorella Fleur. Chi sono i due e perché si nascondono? Attratto dalla giovane, Laurent mette in gioco tutto se stesso per riparare a un grave torto. Nel frattempo, Ursula si è stabilita a Bellefontaine, nel palazzo in cui viveva Artemisia, e sta cercando, con qualche difficoltà, di venire a patti con la sua nuova esistenza, in cui si ritrova a non avere nulla da fare. L'arrivo del misterioso e arrogante Joachim porta scompiglio ma saranno proprio le sue parole a spingere, suo malgrado, Ursula ad affrontare le paure legate al ricordo di Artemisia.

"Il viaggio di Laurent" di Rita Redaelli, Giovane Holden Edizioni, 216 pagine